Ciacoe Torchiato di Fregona Colli di Conegliano DOCG

Secondo una vecchia leggenda, attorno al 1600, nella frazione Ciser di Fregona, ai piedi del Monte Pizzoc, un intraprendente agricoltore trovò il modo di far maturare l’uva, che per le condizioni atmosferiche avverse non era riuscita a maturare nella vigna, appendendola alle travi del granaio. Da allora il Torchiato, vino “della festa”, viene prodotto da tutte le famiglie contadine del Comune di Fregona.
Oggi il Torchiato di Fregona è un vino Docg. Dopo tre torchiature e la fermentazione con lieviti selezionati, il vino affina il legno per 2 anni e mezzo.

In bocca un’esplosione di sapori. Morbido, vellutato e nello stesso tempo vivace e fragrante.

Nel retrogusto una sensazione dolce amarognola di uno zucchero caramellato finale. Persistente, maturo e armonico.

Torchiato di Fregona Colli di Conegliano DOCG
Colore giallo oro carico, quasi ambrato
Al naso un’effusione di aromi delle più svariate famiglie di frutta matura, appassita, disidratata, in confettura. Note tra albicocca, uva passa, frutta secca, ma anche fichi, agrumi e spezie morbide che sconfinano nella vaniglia
In bocca un’esplosione di sapori. L’acidità sostiene elegantemente la quantità dolce degli zuccheri non facendoli mai apparire stucchevoli. Morbido, vellutato e nello stesso tempo vivace e fragrante. Nel retrogusto una sensazione dolce amarognola di uno zucchero caramellato finale. Persistente, maturo e armonico.
30% Glera, 20% Verdiso, 20% Boschera, 25% Autoctoni (Bianchetta, Daocio) 25
Veneto, Fregona area and neighbouring municipalities of Cappella Maggiore and Sarmede
251 m s.l.m
100
Metà settembre
Appassimento su graticci per 7 mesi, 2 anni e mezzo in legno
5 mesi prima della commercializzazione
25%
Ottimo come vino da meditazione pre e fine pasto. Accompagna splendidamente formaggi piccanti ed erborinati in genere. Sposa bene anche il foie gras. Ottimo con i dolci in genere, ma soprattutto a pasta secca.
10-12° C
In luoghi freschi, al riparo dalla luce e dalle fonti di calore.